Dragonomics – Un Mes che scontenta tutti

Le decisioni dell’Unione europea sul riconoscimento o meno alla Cina dello status di economia di mercato hanno scontentato chiunque. A Pechino non è stato ufficialmente attribuito tale status. Non è scattato l’automatismo atteso dai cinesi in base alla loro interpretazione letterale del protocollo d’ammissione all’Organizzazione mondiale del commercio. L’industria europea contesta a sua volta il compromesso, giudicato al ribasso, sugli strumenti comunitari di difesa commerciale, che potrebbero portare a riconoscere la Repubblica popolare, sebbene indirettamente, come un’economia di mercato, rendendo quindi più difficile imporre dazi o altre misure antidumping.

Le conseguenze della demonetizzazione sul Pil indiano

A tre settimane dalla demonetizzazione di tutte le banconote da 500 e 1000 rupie in circolazione in India le agenzie di rating prevedono un rallentamento del Pil imminente causato dal crollo dei consumi. Senza banconote in tasca, gli indiani non spendono e non spenderanno finché la situazione non tornerà a una parvenza di normalità; non prima di alcuni mesi.

Dragonomics – Xi Jinping striglia i top manager delle aziende di stato

Il Partito conta più del consiglio di amministrazione. I top manager delle grandi aziende di Stato sono avvertiti. Il ruolo del Pcc è e resterà preponderate nella gestione. Il Partito sarà «radice e anima» delle società, ha chiarito il presidente cinese Xi Jinping in un incontro con i top manager delle aziende di stato, esortati a «cogliere l’opportunità unica» di questa situazione e a ricordare che un indebolimento di tale ruolo non sarà tollerato.