In Cina e Asia – Pechino studia il nuovo Segretario di Stato americano

I titoli della rassegna di oggi:

– Pechino studia il nuovo Segretario di Stato americano
– La variabile Trump incentiva gli investimenti cinesi nel Sudest asiatico
– La Cina si riconcilia con il cinema giapponese, snobba quello sudcoreano
– La nazionale cinese di pole dance boicotta i campionati di Firenze: manca la bandiera
– Il Giappone dice sì ai casinò 
– Duterte ammette: «Anche io ho ucciso»
– HRW: dietro le devastazioni nello Stato Rakhine c’è la mano dei militari

Oggi in Cina – Apec: un nuovo patto transpacifico?

Cina e Apec: verso un nuovo patto transpacifico. Zhong Jianhua, inviato speciale della Cina in Africa, ha tentato una mediazione con i ribelli del Sud Sudan in Etiopia, contravvenendo al principio di non intromissione negli affari di altri Paesi. Sono centinaia di migliaia i morti per l’inquinamento da carbone. Divieto di fumare nei casinò di Macao: un nuovo colpo al paradiso del gioco d’azzardo.

Macao – Il casino low cost

Lo chiamano già “il casino low cost” e secondo il Wall Street Journal è la vera rivelazione di Macao, la patria del gioco d’azzardo cinese. L’ex colonia portoghese, ora zona amministrativa speciale della Cina – “un Paese, due sistemi”, come per Hong Kong – fattura ormai con i casino sette volte più di Las Vegas ed è passata dai 3 miliardi di dollari del 2002 ai 45 dell’anno scorso.

Oggi in Asia – Terra di oppio

Secondo l’ultimo rapporto Onu cresce in Birmania la produzione di oppio, nonostante i tentativi del governo di sradicare le coltivazioni. La Corea del Sud punta a diventare capitale del gioco d’azzardo e le posizioni di Imra Khan sui droni gli hanno dato qualche problema.

Banche sotto tiro

Tao Liming, presidente della Postal Savings Bank of China, è finito ai domiciliari per crimini economici. Come Yang Kun, un altro banchiere arrestato in quello che potrebbe essere il più grande scandalo bancario dal 2005. L’esperto: troppo potere e pochi controlli, non c’è da stupirsi.